Blog: http://eleatici.ilcannocchiale.it

Critica del nuovo secolo - Giuseppe Sacco

Copertina

Come si spiega la nostalgia sempre più diffusa per il vecchio secolo? Cosa è andato storto nell’agonia del ’900 e nei primi difficili anni del 2000? Siamo forse tutti orfani delle ideologie, e della Guerra Fredda, che ha garantito cinquant’anni di pace? Siamo semplicemente tormentanti dal ricordo del petrolio a 9 dollari il barile, e dei prezzi in lire, pieni di zeri, ma alla fine più convenienti? Oppure siamo turbati da fenomeni più gravi e profondi, che stanno cambiando la natura stessa delle nostre società, come l’immigrazione, la concorrenza cinese, l’alterazione del clima, la guerra, l’intrusione della tecnologia nella vita delle persone?
È indubbio che tutto ciò, ed altro, contribuisca a creare un senso di smarrimento accentuato dall’assenza di veri punti di riferimento. Ma quel che manca è prima di tutto una visione critica d’insieme, che ci aiuti ad inquadrare fenomeni e avvenimenti, a darne un giudizio e a immaginare delle risposte.
http://www.luissuniversitypress.it/site/it-IT/Scheda/default.html?SchedaID=13654

La presentazione presso Bibli http://www.bibli.it/cultura/adesso/2006/06-giu06.htm

Presentazione del libro "Critica del nuovo secolo" di Giuseppe Sacco, Luiss University Press Editore.
Intervengono
Fabio Gobbo, Sottosegretario Presidenza del Consiglio dei Ministri;
Enzo Mattina, già Parlamentare Europeo;
Umberto Ranieri, già Sottosegretario agli Esteri;
Maurizio Serra, Direttore Istituto Diplomatico, Ministero Affari Esteri
Presiede Giancarlo Bosetti, direttore Reset

L'Autore

Giuseppe Sacco è Professore Ordinario nella Facoltà di Scienze Politiche della LUISS. In precedenza ha insegnato all’Università di Firenze e dal 1989 al 2000 all’Institut d’Etudes Politiques di Parigi, nonché nelle Università di Oxford, Princeton, Pernambuco, San Francisco e al MIT. Capo divisione all’OCSE dal 1976 al 1980, e consulente in moltissimi paesi, per ONU ed UE, come per numerose banche e compagnie internazionali, ha scritto per Washington Quarterly, Commentaire, Política Exteriór, Commentary, Europa Archiv, Limes nonché, come fondista di politica internazionale, per “Il Giorno” di Milano e per “Il Messaggero” di Roma.
È direttore di “The European Journal of International Affairs”. Tra i suoi libri ricordiamo Industria e potere mondiale, La polis Internet, L’invasione scalza e, con Umberto Eco, Il nuovo medioevo.

Pubblicato il 9/6/2006 alle 23.43 nella rubrica Sala Lettura.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web